scale 2522379 640

Cartelle esattoriali.

Nullità della cartella esattoriale per mancata indicazione del calcolo degli interessi. Cass. Civ, 19/04/2017 n. 9799.

     La Corte di Cassazione con la sentenza del 19/04/2017 n. 9799 torna a parlare sulla legittimità della richiesta degli interessi avanzata dall'esattore con una cartella esattoriale. Con tale sentenza il Giudice di legittimità afferma un principio, già noto alla stessa Corte (Cass. Civ., n. 24933/2016 e n. 4516/2012) ma anche nella giurisprudenza di merito (CTR Torino 92/36/12 del 01/10/2012 - CTP Genova 229/10/2013) secondo il quale una cartella esattoriale, quando non sia stata precedeuta da un avviso di accertamento deve essere motivata in modo congruo, sufficiente ed intellegibile, tale obbligo derivando dai principi di carattere generale indicati, per ogni provvedimento amministrativo, dall'art. 3 della legge n. 241 del 1990 e, recepiti per la materia tributaria, dall'art. 78 della legge n. 212 del 2000 (Cass.26330 del 16/12/2009).

     Con la sentenza n. 9799/2017 la Corte ha infatti affermato l'illegittimità della richiesta poiché l'obbligo di motivazione non risulta affatto adempiuto in caso di richiesta di interessi senza l'indicazione del tasso e della decorenza, elementi senza i quali i contribuenti non vengono messi nella condizione di calcolare la correttezza degli stessi.

Salva

Salva

Salva

Salva

Pin It

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la navigazione e il funzionamento di alcuni servizi. Continuando la navigazione o utilizzando i servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi maggiori dettagli. dettagli.