Spazi destinati a parcheggio.

Con la sentenza n. 26625/2018 del 22.10.2018, la Corte di Cassazione ha affermato, in tema di spazi destinati a parcheggio nei fabbricati di nuova costruzione, che l'effettiva esistenza di tali aree è condizione per il riconoscimento del diritto reale di uso da parte degli acquirenti delle singole unità immobiliari, diritto esercitabile solo rispetto alle aree destinate a parcheggio dai titoli abilitativi di edificazione. In mancanza delle dette aree di parcheggio, secondo la Corte, agli acquirenti rimarebbe esclusivamente la possibilità di richiedere il risarcimento del danno per il mancato godimento.

La normativa vigente in materia, in materia ai sensi dell'art. 41 sexies L. 17.08.1942 n.1150 che impone una riserva di parcheggi per gli acquirenti opera tra privati come norma di relazione e come norma d'azione nei confronti della pubblica amministrazione nel senso che quest'ultima non può consentire nuove costruzioni senza la previsione di aree di parcheggio condizione di legittimità della concessiona edilizia.

Pin It

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la navigazione e il funzionamento di alcuni servizi. Continuando la navigazione o utilizzando i servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi maggiori dettagli. dettagli.